tempo libero

La Valcamonica è un territorio che offre integre le tracce di tutta l'evoluzione culturale dell'uomo, dalla fine dell'ultima Era Glaciale fino ai gionri nostri.
Incisioni Rupestri preistoriche, resti di insediamenti medievali di villaggi e di luoghi di culto, città romane, borghi, chiese, abbazie medievali, cicli di affreschi rinascimentali come quelli di Giovan Pietro da Cemmo e di Girolamo Romanino, ed un'infinita quantità di vestigia di archeologia agraria, artigianale e industriale.

[www.archeopark.net]

Terme di Boario

soggiorni termali boario terme soggiorni terme boario weekend terme cure termali boario terme hotel terme boarioLe Terme di Boario Spa Park Resort sono un luogo di rigenerazione per il corpo e lo spirito: una dimensione nella quale le molteplici declinazioni dell’acqua, vitale elemento, ci permettono di conquistare l'equilibrio e il benessere in un benefico processo di rigenerazione.
Qui, le acque termali sgorgano dalla terra dopo aver lambito le rocce del Monte Altissimo in un viaggio lungo ben 15 anni, tempo nel quale esse si sono progressivamente purificare ed arricchite di minerali ed elementi indispensabili all’organismo umano.
Le Terme offrono risposte ideali a chi voglia migliorare la propria salute e qualità di vita in modo naturale: imparando a rilassare le tensioni, a tonificare e disintossicare l'organismo, godendo degli indispensabili stacchi dai ritmi della vita moderna da cogliere all'insegna del "mantenersi e ritornare in forma", in sintonia con il paesaggio dalla natura distensiva ma assai energetica.
E, nell’oasi verde dell'incantevole Parco Termale, relax e natura ma anche spettacoli all'aperto, feste e shopping, occasioni per ritrovarsi e divertirsi ad ogni età.

[www.termediboario.it]

La Preistoria in Valcamonica, l'arte rupestre e l'Archeopark di Darfo Baorio Terme

hotel boario terme albergo boario terme albergo vicino archeopark darfo boario val camonicaDa oltre duecento anni in Valcamonica si stanno scoprendo un'infinita quantità di incisioni rupestri preistoriche, protostoriche e di tradizione: segni, simboli, figure e scene che se per noi sono documenti preziosi che ci permettono di ricostruire circa 14 mila anni di storia dell'uomo in una delle più suggestive valli alpine, in realtà sono il risultato del bisogno dell'uomo del passato di instaurare un rapporto con il Mondo degli Dei, degli spiriti che popolavano la Terra e delle forze che la governavano, oltre che con antenati mitici ed eroi ancestrali. Attornno a Copidiponte sono numerosi i parchi archeologici nei quali si possono ammirare questi preziosi documenti frutto della religiosità dell'uomo.
L'esigenza di aiutare a capire la Preistoria , ma soprattutto la Storia dei nostri antenati, ha portato alla realizzazione dell'Archeopark nella Valle degli antichi Camuni, a Boario Terme, a pochi passi dalle incisioni rupestri.
L'Archeopark è un grande parco archeologico interattivo nel quale sono stati ricostruiti ambienti e villaggi della Preistoria recente. Le costruzioni, realizzate su base scientifica, permettono di passare da una grotta-santuario ad un accampamento mesolitico (10000 anni fa); dalla fattoria neolitica (6000 anni fa) ad un esteso villaggio palafitticolo (esemplificativo di un aarco di tempo che va dal Neolitico finale alla media Età del Bronzo); da un Castelliere fortificato (1000 a.C.) ad un villaggio dell'Età del Ferro. Archeopark non è un parco solo da visitare, ma da vivere, partecipando infatti ai laboratori di archeologia sperimentale, si interagisce con le cose, le suppellettili, guidati da esperti, animatori in un meraviglioso viaggio a ritroso nel tempo.

[www.archeopark.net]

Civitas Camunnorum a Cividate Camuno

hotel brescia albergo terme boario hotel boario terme soggiorni termali boario terme vacanze termali cure termali boario terme val camonicaTra i monti nel cuore della Valcamonica, grazie agli scavi archeologici, è stata scoperta una importante città romana, l'antica Civitas Camunnorum, centro propulsore della vita economica e culturale dell'intera Valle. Nel parco archeologico del teatro e dell'anfiteatro di Cividate si può passeggiare tra splendide strutture architettoniche che ci riportano agli spettacoli teatrali e gladiatori dell'Antica Roma.
Nel Museo Archeologico Nazionale si travano iscrizioni, mosaici, corredi funerari, statue monumentali, tra cui quella di Minerva, e placchette votive provenienti non solo dal sito di Cividate, ma anche dal Santuario di Minerva a Breno.

[www.archeopark.net]

Nella Valle dei Magli a Bienno

hotel brescia albergo boario terme hotel val camonica hotel vacanze val camonica albergo ciclisti boario terme lombardiaSituato nel cuore dall valgrigna, Valle laterale della Valcamonica, Bienno è stato un importante centro medievale per la lavorazione del ferro dalla Preistoria fino ai gionri nostri.
Passeggiando lungo le vie del borgo medievale-rinascimentale tra i più belli d'Italia, si può sostare presso un vecchio mulino ad acqua ancora in funzione, e alla fucina museo, dove, oltre agli attrezzi usati, si può vedere il fabbro al lavoro con il maglio azionato dall'acqua del Vaso Re come tanti anni fa.
Da non perdere anche la visita alla Chieasa di S.Maria Annunciata, nel cuore del paese dove ammirare gli affreschi di Girolamo Romanino e Giovan Pietro da Cemmo.

[www.archeopark.net]

Le Miniere di Schilpario

Costituita nel 1997, con lo scopo di rivalutare e trasmettere alle future generazioni la storia e la cultura mineraria della Val di Scalve, la Cooperativa SKI MINE di Schilpario ha realizzato vari percorsi museali all'interno del sotterraneo delle miniere di Schilpario.
Questi percorsi, inseriti nell'ambito del “Parco Minerario ing. A. BONICELLI”, sono attrezzati con illuminazione elettrica, documentazione fotografica d'epoca, oggetti e utensili usati nella miniera, ferrovia originale con vagonetti e trenini per il transito dei visitatori. Giovani guide che hanno frequentato un apposito corso di formazione, e vecchi minatori, accompagnano e rendono edotti i visitatori. I percorsi che si snodano per circa 4 chilometri, dei 60 esistenti nel complesso minerario di Schilpario, sono itinerari reali da cui emerge la cruda realtà che riporta alla fatica di questo duro lavoro di cui diverse generazioni furono protagoniste. L'iniziativa vuole essere una novità per proporre un turismo particolare improntato sull'ambiente, sulla cultura e per testimoniare l'identità di appartenenza ai futuri abitatori e visitatori di questa splendida valle.

[www.minieraschilpario.it]

Le Cappelle di Cerveno

hotel brescia albergo terme boario hotel val camonica prenotazione hotel val camonica prenotazione hotel boario terme lombardiaIl Santuario della Via Crucis (le Capèle in dialetto camuno) è un edifico posto di fianco alla parrocchiale di Cerveno, in Valle Camonica, contenente una mirabile Via Crucis lignea del XVIII secolo ed altre importanti opere artistiche tra le quali spiccano gli altari del bergamasco Andrea Fantoni.
Il santuario si inserisce nella tradizione lombardo-piemontese dei Sacri Monti. La Via Crucis si dispone lungo un corridoio a gradoni che culmina alla sommità con la cappella che raffigura Cristo posto nel sepolcro. Sui lati, disposte in nicchie si trovano le 14 stazioni contenenti le 198 statue a grandezza naturale in legno e gesso dello scultore camuno Beniamino Simoni.
L'opera viene commissionata il 1 gennaio 1752 a Beniamino Simoni, da don Andrea Boldini, di Saviore, parroco di Cerveno. Il lavoro si protrae fino al 1764. Il completamento dell'opera viene affidato a Donato e Grazioso Fantoni, i quali ultimano le stazioni VIII, IX e forse X. [www.lecapeledicerveno.it]

Il Lago d'Iseo e la Franciacorta

hotel vicino lago iseo brescia lombardia hotel vicino franciacorta brescia lombardia hotel brescia boario terme val camonicaNelle immediate vicinanze dell'hotel, un'interessante spunto per una giornata di svago è la possibilita’ di effettuare escursioni in battello: occasione unica per conoscere ed apprezzare il Lago d'Iseo in tutte le sue sfaccettature. Numerosi punti di partenza si possono trovare presso le principali cittadine della zona.
Gli amanti della bicicletta apprezzeranno sicuramente le due piste ciclabili  che permettono di raggiungere Pisogne sul Lago ed il Passo del Tonale.
Oltre il Lago d'Iseo si estende la zona denominata Franciacorta, localita’ nota per i suoi vigneti che danno vita ad una ineguagliabile produzione di vini e spumanti, in cui la presenza di numerose cantine che hanno aperto al pubblico da' ai visitatori  la possibilita’ di degustare i pregiati vini DOC Franciacorta apprezzati in tutto il mondo.
Nelle vicinanze di queste cantine sorge l’Outlet Franciacorta che tenterà per gli amanti dello shopping con i suoi 170 negozi che propongono prodotti delle migliori marche italiane ed internazionali ad un vantaggioso rapporto qualità-prezzo.

Montisola

hotel vicino montisola brescia lago iseo albergo vicino montisola lago iseo franciacorta brescia hotel brescia boario terme val camonicaLa perla del lago d’Iseo, una montagna in un’ isola… chiamatela come volete ma visitatela e amatela. Inevitabilmente chi arriva a Montisola vorrebbe non lasciarla più, perchè magicamente ed inesorabilmente si è irretiti dai borghi dei pescatori che il tempo ha gelosamente custodito preservandolo dalle abitudini di chi vive freneticamente le città vicine. Si è colti subito dal desiderio di guardarsi  intorno, di inoltrarsi nei vicoli, di ascoltare l’acqua che dondola cautamente i naet le antiche barche dei pescatori. E  il parlare diventa lento e la voce sussurrata come quando ci si trova in luogo sacro. Il perimetro costiero dell’isola misura 11 chilometri e conta ben 12 centri storici: il capoluogo Siviano, Carzano, Masse, Cure, Menzino, Novale, Olzano, Peschiera Maraglio, Porto di Siviano, Sensole, Senzano, Sinchignano. A Montisola non sono ammesse le auto, l’unico modo per visitare l’isola è in bicicletta o in bus. Chi ha glutei e gambe ben allenate potrà percorrere la litoranea a piedi godendo del verde silenzioso e delle spettacolari viste panoramiche sulla costa bresciana e sulla costa bergamasca. Nel punto più alto dell’isola a 600 metri di altezza in località Cure si trova il Santuario della Ceriola, da qui il panorama lascia a bocca aperta. [www.lagoiseo.it]

Il Trenino Rosso del Bernina: un'avventura da Tirano a St. Moritz

hotel boario terme albergo boario terme offerte speciali terme boario offerte speciali hotel terme boario val camonicaUno spettacolare percorso che inizia a Tirano, ultima stazione della linea ferroviaria proveniente da Milano.  L’ormai famoso “Trenino Rosso” o "Bernina Express", non è solo un collegamento tra Italia e Svizzera, è un’avventura magica tra montagne stupende con caratteristiche uniche: è la trasversale alpina più alta d’Europa e una delle ferrovie ad aderenza naturale più ripide del mondo. 
Con moderne e confortevoli carrozze panoramiche che consentono una vista a 360°, sia in inverno che in estate, il trenino viaggia su pendenze del 70 per mille, supera i 2253 m del Passo Bernina e discende poi verso St. Moritz, la perla dell’Engadina. 
Pochi chilometri dopo aver lasciato la stazione di Tirano supera già una meraviglia: il viadotto elicoidale di Brusio. Oltrepassata Poschiavo, capoluogo dell’omonima valle con le sue belle dimore patrizie, raggiunge Alp Grüm (2091 m), eccezionale punto panoramico. Superato il valico del Bernina offre ai viaggiatori la vista sull’imponente ghiacciaio del Morteratsch e sul gruppo montuoso del Bernina, con i suoi "quattromila" scintillanti di nevi eterne. 
A Pontresina, si dirama la linea per Samedan-Coira, che consente di raggiungere la Svizzera Centrale. Pochi chilometri ancora e raggiunge St. Moritz. [www.valtellina.it]

Montecampione, Artogne e Piancamuno

vacanze invernali val camonica hotel sciatori val camonica boario terme hotel brescia offerte speciali inverno val camonica brescia lombardiaIl centro principale si trova a circa 1200 m s.l.m.: qui vi sono numerose abitazioni adibite a seconde case e molti locali d'aggregazione oltre ad alcuni alberghi. Uno dei centri principali è la "piazzetta", attorno alla quale si trovano molti esercizi commerciali tra cui Pub e la discoteca "Alpiaz". Vi è poi il laghetto dove d'inverno è possibile pattinarci sopra. Anche qui sono presenti bar, negozi, alberghi, ristoranti oltre alla chiesa della Trasfigurazione. Negli ultimi anni è stata creata una nuova piazza all'interno del condominio "La Splaza", situata in prossimità degli impianti di risalita ed al di sotto del quale vi sono tre piani di parcheggi interrati di cui uno adibito alle rimesse del condominio stesso. Proseguendo sulla strada che sale da Pian Camuno per tre chilometri si raggiunge la località "Secondino", anche qui punto di partenza per gli impianti. Ancora tre chilometri oltre si raggiunge il Plan di Montecampione (1800 m s.l.m.), dove termina la strada. Qui si trova un grande residence ed altri impianti. Nel 1998 fu teatro dell'arrivo solitario di Marco Pantani al Giro d'Italia che lo portò alla vittoria della corsa rosa. Montecampione però non è solo sport invernali, infatti molti sono i turisti che d'estate vi si recano per il buon numero di escursioni possibili, tra cui l'Alta Via delle 3 valli bresciane che passa proprio da qui.
L'idea di creare Montecampione nasce alla fine degli anni '60 per iniziativa comune di due gruppi imprenditoriali. Viene così costituita la società Alpiaz S.p.A. la quale grazie al fatto che il Comune di Piancamuno aveva aperto una strada che, partendo dal centro abitato di Piancamuno, arrivava a Montecampione passando per le frazioni di Solato e Vissone. Iniziò così la costruzione del centro abitativo che compone il comprensorio conosciuto come Alpiaz-Montecampione.
Nel frattempo furono costruiti diversi impianti di risalita sui territori montani vicini. Dalle poche piste e dai pochi impianti dei primi anni, ora è possibile sciare su oltre 30 chilometri di piste da sci che, partendo da 1.200 m s.l.m., arrivano ad oltre 1.800 m s.l.m.
Nei primi anni '80 la strada fu prolungata fino ad un altopiano posto a ca. 1.800 m s.l.m. conosciuto come Plan di Montecampione e lì venne costruito un unico grande complesso immobiliare frequentato molto in inverno.
L'attrazione principale sono gli impianti sciistici che sorsero fin dagli anni settanta. Oggi sono disponibili circa 30 km di piste, da quelle per principianti a quelle per sciatori esperti. Su queste piste si sono formate le tre sorelle montecampionesi Elena, Nadia e Sabrina Fanchini, punte della nazionale italiana di sci.
Montecampione dispone di circa 30 quasi tutte dotate di innevamento artificiale. 9 seggiovie e 2 sciovie permettono di avere un demanio sciabile interamente collegato. Vi sono due campi scuola, uno a 1800m e uno a 1200m. Per gli sciatori esperti sono disponibili 4 piste nere, tra cui l'itinerario sciistico "Secondino Nord", descritta come una delle più belle piste della Lombardia. A Montecampione sono attive due scuole sci: Montecampione e Fodestal.
Dal 1985 Montecampione è stata anche teatro di una Cronoscalata Automobilistica denominata "Piancamuno-Montecampione", gara nazionale di velocità in salita, presto assurta all'importante ruolo di prova di Campionato Italiano e in seguito Europeo della Montagna. Da metà anni 90 in poi la Cronoscalata ha conosciuto momenti di declino anche a causa di svariati problemi organizzativi che hanno portato a disputare la competizione in fasi alterne, con pause di uno o più anni e con riprese prive di titolazione alcuna, per poi finire negli ultimi anni come gara aperta alle sole Auto Storiche.

[www.wikipedia.it]

Darfo Boario Terme

hotel boario terme albergo terme boario hotel darfo boario ristorante lusso boario terme val camonica offerte speciali hotel boario terme brescia lombardiaDarfo Boario Terme è un comune italiano di 15.800 abitanti, della Val Camonica, provincia di Brescia in Lombardia.
Il capoluogo del comune è Darfo, mentre la sua denominazione è dovuta al nome del capoluogo unito a quello della principale frazione, Boario Terme.
Darfo sorge alla confluenza tra il fiume Dezzo ed il fiume Oglio, alle pendici di un monticello di arenaria rossa posto al centro della Valle Camonica detto Monticolo.
Il territorio è posto allo sbocco della Valle di Scalve ed è densamente urbanizzato.
La zona era abitata già in epoca preistorica: sono presenti incisioni rupestri presso la località dei Corni Freschi (Attola), ai piedi del Monticolo, e nel Parco comunale delle incisioni rupestri di Luine.
Sempre a Luine sono state rinvenute terrecotte dell'età del bronzo (1969), mentre altre incisioni rupestri sono state trovate nei pressi del Lago Moro. Sul Monticolo è stata rinvenuta invece un'ascia in bronzo nel 1897.
Scarse sono le notizie in età romana, sebbene si supponga che il fondo valle sia stato a quel tempo disabitato a causa di alluvioni dell'Oglio e la presenza di zone paludose. Di età barbarica è probabilmente la necropoli scoperta nel 1808 presso Corna e le tombe scoperte nel 1939 e nel 1958 presso il Municipio.
Divenne centro importante in età medievale in quanto sede di un porto (presso Montecchio) e del Castello di Montecchio. Nel 1200 è ricordato come burgus fornito di castrum, dove risedeva la curia, che aveva preso il posto dell'ormai decaduta pieve di Rogno.

Luoghi d'interesse a Darfo:

Chiese, castelli ed archeologia

  • Chiesa Parrocchiale dei santi Faustino e Giovita, Citata già nel IX secolo, nel 1200 appare nominato il presbitar eccòlesiae sancti Faustini Darvi. Subisce grosse modifiche dopo il concilio di Trento
  • Chiesetta del monastero del Sacro Cuore, sorge entro il monastero fondato nel 1729 fondato dal cardinal Angelo Maria Querini.
  • Santuario della Madonna degli Alpini, inaugurata nel 1957, per commemorare i caduti della Battaglia di Nikolaevka
  • Castello di Gorzone, che appartenne alla nobile famiglia dei Federici di Valle Camonica
  • Castello di Montecchio, un'importante rocca di costruita in posizione strategica per il controllo della bassa Valle Camonica, in un punto dove un ponte congiungeva le due sponde del fiume Oglio, nel comune di Darfo Boario Terme in frazione Montecchio
  • Parco archeologico comunale di Luine, patrimonio dell'umanità UNESCO: un luogo ricco di numerose rocce d'arenaria rossa recanti le caratteristiche incisioni rupestri della Val Camonica, oltre a un piccolo stagno e a sbalzi erbosi. Nel parco sono visibili anche alcune marmitte glaciali, testimonianza dell'ultima glaciazione.
  • Masso dei Corni Freschi: fra le incisioni visibili nel territorio di Boario, va menzionato il megalite con figure di alabarde, chiamato Masso dei Corni Freschi. Il megalite e i suoi petroglifi sono visibili al di là della piccola collina di arenaria rossa detta "Monticolo", che si trova a est del centro di Boario Terme. Le incisioni raffigurate sul megalite risultano essere isolate, dato che nella stessa area non sono stati rinvenuti altri petroglifi. Dal punto di vista stilistico, queste raffigurazioni sono assimilabili alle molte statue stele rinvenute in Valle Camonica e attribuite al periodo del Calcolitico Camuno, come del resto i più noti Massi di Cemmo e il Capitello dei Due Pini, considerati anche dello stesso periodo.

Terme

Ci sono quattro sorgenti naturali, caratterizzate da diverse concentrazioni di minerali, chiamate Antica Fonte, Igea, Fausta e Silia e tutte contenute nel grande Parco delle Terme di Boario.
Il Padiglione dell'Antica Fonte è un loggiato con cupola, edificato all'inizio del Novecento ed esempio di architettura Liberty dell'architetto Amerigo Marazzi.
Lo sfruttamento delle sorgenti di acque minerali, note come Terme di Boario, inizia a metà del XIX secolo. Fino a quel periodo, la zona dove oggi sorge il sito termale, era nota come Cadì de Boér, Casino Boario, in dialetto camuno.
A partire dai primi anni del XX secolo, le terme diventeranno un luogo di villeggiatura mondano, in seguito all'apertura dell'allora Grand Hotel des Thermes.
Da allora le attività termali hanno costituito la principale attrazione turistica attorno alla quale ruota la vita della cittadina. Dopo una fase di calo strutturale e di crisi delle attività termali avvenuta durante gli anni novanta, a partire dalla ristrutturazione del 2007 le terme hanno ripreso ad essere un polo di attrazione, soprattutto per le cure estetiche e per i centri benessere. Le attività e le cure termali sono praticabili nel parco delle terme, nell'attiguo Centro Cure Violati, oltre che nei centri benessere dei numerosi hotel della zona.

[www.wikipedia.it]

Aqua Planet Darfo Boario

vacanze estive boario terme hotel vacanze estive darfo boario terme hotel vacanze estive val camonica brescia lombardiaParco acquatico a Darfo Boario propone divertimento, intrattenimnto ed attività con l'acqua grazie alle sue 11 piscine (di cui 2 coperte) di diverse dimensioni dotate di giochi e scivoli. Dotata inoltre di pista da ballo, solarium, area verde per pic-nic attrezzata con tavolini e sedie, ombrelloni e gazebo, bar ristorante e pizzeria, campo da calcetto e da beach volley, 2 mini campi da beach volley, pista da pattinaggio ed area giochi per bambini, la struttura offre tutto il meglio del divertimento per la stagione estiva. Attivo anche durante la stagione invernale, Aqua Planet mette a disposizione le proprie strutture sportive organizzando corsi di nuoto per adulti e bambini, corsi di acqua-gym, per agonismo e lezioni individuali.

[www.aquaplanet.net - www.darfoboarioterme.gov.it]